Anizio / Trucchi e consigli / Come conservare i latti vegetali naturali

Come conservare i latti vegetali naturali

I drink fatti in casa e quelli naturali non sterilizzati né pastorizzati od omogeneizzati, come i drink che facciamo in casa, non durano molto, a differenza di quelli in brick, siano di origine animale o vegetale.

refrigerado

La importancia del frío

Quando lo facciamo, sappiamo che il drink naturale è vivo, questo significa che tutti i nutrienti (enzimi, aminoacidi, minerali, grassi, vitamine) sono vivi e si trasformano. Per far durare il drink per diversi giorni, dobbiamo tenerlo in frigo, tra i 2-4º Celsius. Il freddo rallenta l’attività dei nutrienti, quindi possiamo conservarli più a lungo. A temperatura ambiente, i micro organismi sono più attivi e il latte marcisce in poche ore.

Abbiamo effettuato uno studio in laboratorio con il CESIC (Centro di Ricerca Scientifica Spagnolo) e il risultato è la seguente tavola informativa con la temperatura a cui conservare i latti vegetali.

0-2 ºC: Il latte durerà per 8-10 giorni.

3-4 ºC: Il latte durerà per 5-8 giorni.

5-8 ºC: Il latte durerà per 3-6 giorni.

Conservanti naturali

Aggiungere un po’ di sale, olio o zucchero (che sia sciroppo, miele, o dei datteri) aiuta a conservare il latte più a lungo. Migliorano anche la consistenza del latte. Altre informazioni su come gestirli sono nell’articolo intitolato “Migliorare la consistenza del latte” in questo link.

Scadenza

La scadenza varia tra i 3-5 giorni in frigo, a seconda della potenza del frigo, di quanto sono freschi i materiali (cereali, frutta secca o semi) e dalla qualità dell’acqua utilizzata.

Comunque, un drink naturale è come il vino, più è vecchio, più è buono!

Possiamo riscaldare un drink vegetale naturale preso dal frigo?

Ce l’hanno chiesto in tanti. Sì, certo. Abbiamo detto che un drink naturale è sensibile agli sbalzi di temperatura, ancor di più di un drink sterilizzato o pastorizzato. Ad esempio, un drink d’avena in brick, non diventa grasso se riscaldato, al contrario di uno naturale, che diventa grasso, come una crema, perché nell’avena la mucillagine, che si rapprende, è viva come tutti gli altri nutrienti.

cocinando

Tutti i latti vegetali che abbiamo provato, fatti con cereali, frutta secca o semi, e ne abbiamo provati tanti, non si addensano quando vengono riscaldati, e li usiamo come quelli pastorizzati, aggiungendoli a caffè o tè, cucinandoci, e la differenza è che i nutrienti sono vivi.

Alcuni hanno un effetto addensante, come chia, avena e semi di lino. Quindi sono perfetti per dessert, creme, besciamella, e se si predilige questa consistenza, sono ottimi anche da bere caldi.

Conclusione

Possiamo riscaldare qualsiasi latte vegetale, berlo caldo o cucinarci.

Se lo mettiamo di nuovo in frigo dopo averlo riscaldato, velocizziamo la sua scadenza; nulla di più pericoloso.

Consigli per fare latti vegetali con Vegan Milker by Chufamix Migliorare la consistenza con integratori alimentari
  • vegan milker classic despiezada

    CLASSIC

    29,90
  • vegan milker soul foto producto

    SOUL

    49,90

Iscriviti alla newsletter

Entradas relacionadas

Saporizzanti naturali per migliorare il latte vegetale

Saporizzanti naturali per migliorare il latte vegetale

A differenza del latte di frutta secca fatto a casa, che è delizioso, il latte vegetale di cereali, come latte di riso o avena, può essere insipido. Succede soprattutto alle persone che sono abituate al sapore del latte vegetale impaccato o industrial. Ma questo ha...

Rafforzare le tue difese con latte e succo vegetali

Rafforzare le tue difese con latte e succo vegetali

Mantenere forte il sistema immunitario è un buon rimedio per prevenire ogni tipo di malattia e avere salute. È facile, gratuito è può essere un piacere. Il sistema immunitario si rafforza in modo naturale ed efficace se abbiamo abiti quotidiani, come dormire bene,...

Confronto tra strumenti per fare latti vegetali

Confronto tra strumenti per fare latti vegetali

Spesso ci chiedete qual’è la differenza nel fare il latte vegetale con Vegan Milker o coi altri utensili che ci sono. Con lo scopo di chiarire dubbi, qualche anno fa abbiamo fatto uno studio, di confronto dettagliato degli utensili e macchine che ci sono nel mercato...

2 Commenti

  1. Eleonora

    È possibile mettere sottovuoto il latte di avena appena fatto se lo si inserisce in vasetti appena sterilizzati?

    Rispondi
    • lechevegetal

      Ciao Eleonora, non l’abbiamo ancora provata ma è un aspetto interessante. Beviamo il latte fresco, ma lo abbiamo anche congelato con buoni risultati.
      Per quanto riguarda la sua domanda, presumo che per poter confezionare il latte sottovuoto, oltre alla sterilizzazione del barattolo, sia necessario sottoporlo a qualche altro processo per pastorizzarla.
      Non vediamo l’ora di conoscere i vostri risultati. Salute!

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pin It on Pinterest